Serpentone

Il serpentone è il tipico dolce di Fara Filiorum Petri preparato anticamente in coincidenza con la macellazione del maiale in quanto per la farcitura di questo prodotto veniva impiegato il sanguinaccio. Attualmente viene preparato in occasione della festa di Sant’Antonio, il 16 gennaio (vedi http://www.valledelforo.it/?page_id=6152 ) Il serpentone prende il nome dalla caratteristica forma simile a un serpente arrotolato su se stesso e simboleggia appunto il serpente, il male, vinto da Sant’Antonio. Gli ingredienti sono: uova, farina, olio extravergine di oliva, vino bianco e zucchero per realizzare l’impasto esterno che oggi non viene più farcito col sanguinaccio ma con marmellata d’uva, cioccolato, noci, mandorle, mosto cotto, buccia di agrumi e aromi naturali. La pasta frolla esterna viene stesa, ricoperta con uno strato di ripieno, arrotolata a formare il serpente e cotta in forno. Di questo dolce esistono due varianti: la prima dalla superficie chiara ricoperta da una glassa di albume e zucchero, e la seconda scura, ricoperta di cioccolato.