Le Vie della Fede

Lo sviluppo e la diffusione del Cristianesimo furono possibili in Val di Foro, ancora fortemente segnate dai culti pagani, grazie al contributo decisivo del monachesimo, che non solo svolse un ruolo pastorale di primaria importanza ma ebbe una decisiva funzione economica, sociale e culturale, contribuendo a risollevare economicamente tanti territori impoveriti dalle invasioni barbariche. Sulla Majella sorsero decine di eremi mentre ai piedi dei monti, lungo il corso del fiume Foro, sulla fascia pedemontana collinare, vennero edificate piccole e grandi abbazie. Accanto ai monasteri cistercensi, si svilupparono nel XIII secolo, gli insediamenti francescani.